Sunday, 25 February 2007

ain't nothing but blues bar, soho, london

e chi l'avrebbe mai detto che li a due passi dal peggio di londra, oxford street, hamley, e le folle di turisti - e non - assetati di shopping, ci fosse questo piccolo pub dove si fa musica dal vivo in un spazio minuscolo? blues dice il nome ma non e' solo blues, e poi sabato e' open mic.
non e' certo il tipico "local" londinese, perche' collocato in un'aerea dove difficilmente ci sono dei "locals".. non la + residenziale delle zone di londra.
comunque una bella atmosfera, mista, francesi, italiani e inglesi in da room, noi abbiamo beccato un paio di gigs carine. Un po' troppo country & western e Johnny Cash per i miei gusti, per non male.
Consigliato per la vostra visita a Londra:

http://www.aintnothinbut.co.uk/

Tuesday, 20 February 2007

influenza aviaria? no grazie!

ricevo dal mio datore di lavoro e volentieri pubblico :
there is no reason to fear or to disrupt the normal life. Come to work, and work some more, because the company loves you and you are the most important assets of the company. as you might have seen in the media, the B&M turkey FACTORY has only shut long enough to get some big trucks going back and forth , and some people in white overalls spray some water blessed by the pope to get rid of this unholy virus. but the FACTORY has resumed production IMMEDIATELY, despite the fact that the virus cannot possibly be eradicated completely, especially not in a place where the density is way behind control. so as you can see, there is no reason to fear or change our life styles. we won't let this muslim terrorist scare us , we will keep going everyday to work, you by tube, us by merc, business as usual. a couple of stinking farts won't stop us, we are better than that. etc.. etc..

ok, no , non e' vero, ma se qualcuno mi vuole ingaggiare per scrivere questo genere di cazzate, don't hesitate..
:-)

Sunday, 18 February 2007

Hogarth alla Tate britain.

siccome che sto leggendo questi libri fantastici, 3 volume da 900 pagine cadauno, il ciclo barocco di Neal Stephenson (quicksilver, the confusion, system of the world), un romanzo un po' storico un po' fictional che si svolge tra il 17 e 18esimo secolo, per lo + a londra, ma non solo, con un mix di personaggi storici (newton, hooke, etc..) e immaginari (dr. waterhouse, eliza, gli shaftoes ecc..), allora questa mostra ci sta proprio precisa.
sebbene la londra di hogarth e' quella della fine della storia e non comprende la londra della rivoluzione, di cromwell, dell'unica parentesi anti monarchica, della testa del re che rotola, dei puritani che prendono il sopravvento, comunque e' molto vicina. tanti dei nomi dei luoghi e anche delle persone o delle attivita' dei dipinti e disegni di hogarth si trovano nei libroni, come la prigione di newgate, il manicomio di bedlem, le impiccagioni di tyburn, il mercato di covent garden, il bordellone di southwark e poi lo stesso hogarth che va a vivere a leicester fields (oggi nota come leicester square) dove proprio eliza ha casa...
gran bella mostra consigliata a tutti quelli che possono andare a vederla, aperta fino al 29 aprile.

Friday, 2 February 2007

The Brand New Heavies and guests @ the Barbican (Soul Britannia)


concerto fantastico, un po' reunion, dei BNH con N'Dea Davenport, la cantante del gruppo originale, e poi , siccome il concerto e' parte della rassegna Soul Britannia, musica nera in UK, una carrellata di ospiti a noi in gran parte o completamente sconosciuti: Omar, Jazzie B & David McAlmont + special guest Carl McIntosh (Loose Ends).
A parte McAlmont , che e' un ragazzino nero magrissimo che, a suo dire, fino a pochi mesi fa passava il cencio in una ospizio per anziani di Croydon e viveva a Canning town, e che fa un tipo di musica commerciale e romantica non molto interessante, gli altri ospiti sono stati fantastici e per altro il pubblico sembrava amarli e conoscerli molto piu e meglio dei BNH.

Carl McIntosh e Omar grande musica e voce, e non capisco come mai io non ne abbia mai sentito parlare.

Grande concerto, grande musica, grande partecipazione.
Poi , come se non bastasse, nel foyer, discoteca con Jazzie B, chiaramente un altro famoso personaggio del Black Soul Britannico a me sconosciuto, ma grande mix di musica nuova e passata , mi sono divertito a ballare come non facevo da tempo, in un ambiente gradevole, dove prevaleva la presenza di black british.
Probabilmente una platea a sua volta di artisti, djs, vjs, ecc. a noi sconosciuta.
Grande serata!


The Brand New Heavies
25th landmark events
with N'Dea Davenport, Omar, Jazzie B & David McAlmont + special guest Carl McIntosh (Loose Ends)
2 Feb 07 / 19:30 / Barbican Hall